Pitti Fragranze n.15 a Firenze in scena la migliore profumeria artistica internazionale

Grooming/BeautyStyle
BARBARA CIALDI

Da venerdì 8 a domenica 10 settembre, Pitti Fragranze è il salone evento di Pitti Immagine che ha presentato, nel capoluogo toscano, le proposte più attrattive del panorama artistico globale. Un palcoscenico unico nel suo genere, che osserva l’universo del profumo a livello globale: le essenze più pregiate, le novità per la bellezza ed il benessere, il packaging più attraente. Sono 220 i marchi presentati in questa nuova edizione (di cui il 63% provenienti dall’estero) che propongono linee classiche e nuovi talenti, essenze dai profumi familiari e inusuali esperimenti, fragranze antiche e proposte tutte da scoprire. Dal tema dei saloni estivi di Pitti Immagine – Boom, Pitti Blooms – nasce l’idea per il nuovo simbolo di Pitti Fragranze – Blooming Newforms – che narra una dimensione rivisitata del mondo del profumo, fatta anche di forme visive d’ispirazione digitale, create per le piattaforme social e per il pubblico di nativi contemporanei: le fragranze vivono e si trasformano nelle cose che osserviamo muoversi sugli schermi delle installazioni all’interno della mostra. Un tema visualizzato dalle forme create per il salone dal graphic designer Diego Soprana e messe in atto con gli scenari dell’architetto Alessandro Moradei.

Alla Leopolda spiccano essenze da ogni parte del mondo.

Dalla grande e inarrivabile profumeria francese, come il marchio storico Fragonard, erede di una lunga tradizione nel cuore di Grasse, alla tradizione inglese di Floris, la profumeria inglese indipendente più antica del mondo che compie 287 anni. Il segreto del loro successo? Da quasi tre secoli non seguire le regole della moda, senza passare mai di moda. E ancora, l’estremo lusso orientale come Kajal Perfumes di Dubai, che trae ispirazione dal settore benessere della cultura indiana. Sono le spezie il tema principale che contraddistingue questa edizione di Pitti Fragranze. Le potenzialità di quelle esotiche, usate con grande ritmo anche in cucina, sono al centro di innumerevoli ispirazioni. Il pepe, in particolare, è usato in tantissimi prodotti e rappresenta l’elemento chiave di fragranze presenti anche nell’area Spring, una parte del salone destinata ai nuovi nomi e alle linee emergenti, che si presentano per la prima volta al grande pubblico internazionale come, 4160Tuesdays, Abel Vita Odor, Alchimista, Atelier Oblique, Di Ser, Eris Parfums, Fiilit Parfum du Voyage, Francesca Bianchi, Gabriella Chieffo, Migone dal 1866, Parco1923, Sammarco, Sergio Scaglietti, Simone Andreoli Diario Olfattivo, Surface, Waters + Wild, Youfirst Pura Rinascita, Yvra.

®Riproduzione Riservata