Paura di volare? Ci pensa l’app Skyguru

PassionsTech
JESSICA FABIANO

C’è l’acrofobia, la paura delle altezze. La claustrofobia, quella degli spazi ristretti. L’aracnofobia, quella dei ragni. E poi l’aerofobia, l’angoscia di prendere l’aereo. L’applicazione SkyGuru, lanciata lo scorso settembre per iOS e sviluppata dal pilota e cofondatore Alex Gervash, nasce proprio per far fronte a quest’ultimo timore. Il funzionamento dell’app, che entro fine anno dovrebbe diventare disponibile anche su Play Store, è molto semplice: basta scaricare, due ore prima della partenza, il pacchetto di informazioni relativo al volo sui cui ci si imbarcherà, inserendo alcuni dati come il numero e le altre notizie richieste. Ed ecco che sul proprio smartphone appaiono tutta una serie di dati utili, incluse le condizioni meteo o le eventuali turbolenze. Durante il volo, queste informazioni restano costantemente aggiornate, proprio come se si avesse il pilota vicino: «Prima del decollo – spiega Gervash – quando avete ancora la connessione internet, inserite i dettagli relativi al numero del volo. Tutte le informazioni necessarie verranno scaricate sul vostro dispositivo. Una volta a bordo, impostate la modalità, In Aereo. Utilizzando i sensori dell’iPhone, l’applicazione saprà il momento esatto del decollo, perché il modello si sintonizza con l’orario di partenza. I sensori dello smartphone aiutano a spiegare cosa sta accadendo in ogni momento del viaggio, mentre l’app commenta il processo per tutta la durata del tragitto». L’idea di Gervash, che è anche specializzato in psicologia, nasce dal voler aiutare e rassicurare la fidanzata, una delle moltissime persone che soffrono di questa fobia. Secondo il pilota, essere costantemente aggiornati su ciò che accade durante il volo dovrebbe aiutare a superare questa paura. Di cosa si serve Skyguru per le proprie previsioni? «Utilizziamo – continua – la previsione d’aviazione professionale, che è valida 18 ore. Ovviamente, più tempo passa dalla previsione, meno accurate diventano le informazioni. In ogni caso, al momento della partenza, SkyGuru e il pilota hanno a disposizione gli stessi dati»

myskyguru.com

@Riproduzione Riservata

skyguru