Idee di arredamento per piccoli spazi: letti e librerie

Art&Design

Per un monolocale da studenti o una casa piccola, in cui lo spazio debba, necessariamente, essere ottimizzato per favorirne il migliore utilizzo possibile, il letto estraibile è sicuramente una delle scelte migliori. Che sia solo per un ospite, o da utilizzare nella camera dei bambini, quest’opzione di arredamento per la stanza da letto offre molteplici vantaggi.

Nella camera dei ragazzi, lascia un raggio d’azione e di spazio, per giocare, decisamente più ampio rispetto a quello disponibile se fosse presente un letto fisso. Sia esso un letto singolo o matrimoniale, il meccanismo del letto estraibile è di facile deduzione: alla base di questi tipi di letto è presente una specie di cassettone nel quale è contenuto il secondo letto, da estrarre quando serve. Ovviamente, il movimento dev’essere leggero e scorrevole, specialmente se l’utilizzo del letto estraibile è quotidiano. Questa tipologia di letti coniuga perfettamente estetica e praticità e sono pensati per adattarsi alle moderne esigenze di appartamenti piccoli ma funzionali, in grado di sfruttare al meglio ogni angolo della casa. La scelta tra questo tipo di arredamento è, ovviamente, ampia e variegata. Potrete optare per un letto a castello con ulteriore letto estraibile, se i figli sono due ma con l’amico diventano 3, oppure un letto chaise long con secondo letto estraibile, o ancora una soluzione più elegante in massello. Il letto estraibile offre quindi una soluzione di spazio e di stoccaggio in una singola unità compatta, adattandosi così ad ambienti di dimensioni ridotte.

Come diceva il celebre Marco Tullio Cicerone

“una casa senza libri è come una stanza senza finestre”

Senza volerci dilungare troppo sulla celebre citazione, né sulla sua ovvia veridicità, cerchiamo di immaginare una libreria da riempire. Anche qui, le soluzioni non mancano e le tipologie di librerie sono varie e variegate. Di certo, il primo passo per l’acquisto di una libreria è quello di scegliere colori e stile che non cozzino con il resto dell’arredamento. Si può scegliere una libreria già pronta all’uso, oppure, per avere più margine di espressione e scelta, si può optare per una libreria componibile. Sicuramente quest’ultima opzione offre maggiori possibilità di adattamento a spazio ed ambienti, perché più facile da conformare alle dimensioni della stanza. Soprattutto quando l’ambiente è irregolare, ad esempio con un soffitto basso o in pendenza, come nelle mansarde, il modulare è senza dubbio la soluzione migliore, vista la facile adattabilità all’ambiente. La libreria componibile gioca tutto sulla sovrapposizione (se sviluppata in verticale) o affiancamento (se sviluppata in orizzontale) dei vari elementi. Si può dare slancio ad uno spazio monotono con una libreria flessibile. La libreria modulare può essere regolata non solo in altezza e in larghezza, ma anche in profondità. Questo particolare la rende particolarmente versatile e consente di utilizzarla non solo addossata ad una parete, ma anche ad esempio come divisore all’interno di una stanza. Anziché tirare su muri e polvere, si può utilizzare una libreria come divisorio tra una stanza e l’altra. Una libreria modulare può crescere col tempo, per dare spazio e visibilità alla vostra nuova collezione di libri e cd. Nessun limite alla fantasia, purché il tutto sia armonico e piacevole alla vista.