FALCONERI RIELABORA LA MAGLIA FULMINE

News
MASSIMILIANO BENETAZZO

La storia dello sci si intreccia ancora una volta con Falconeri, la celebre azienda di cashmere e filati naturali che anche quest’anno supporta questa grande disciplina sportiva rielaborando un capo unico che porta con sé la tradizione italiana e la gioia di un successo.

Il brand per la terza volta consecutiva conferma il suo supporto alla Fisi sostenendo tutte le discipline legate a questo sport e credendo nel talento dei suoi protagonisti. Anche per questo motivo l’azienda di cashmere e filati naturali riedita una maglia simbolo di una delle più celebri piste italiane: la 3Tre di Madonna di Campiglio. Il famoso “Canalone Miramonti” resta da sempre per gli appassionati del circo bianco un luogo di culto, il tratto conclusivo delle gare di slalom speciale. Proprio su quella pista infatti, nel 2005 si è svolta una delle più celebri manche di Coppa del Mondo che ha visto come assoluto protagonista Giorgio Rocca, oggi tra i brand ambassador del brand inseme alla campionessa olimpica Sofia Goggia e al plurimedagliato Christof Innerhofer.

La storia di questa maglia cominciò negli anni cinquanta, quando la manifestazione sportiva si svolgeva sulla distanza delle tre discipline classiche: lo slalom speciale, lo slalom gigante e la discesa libera, e al leader della classifica combinata veniva assegnata la maglia gialla con richiami di rosso e blu, colore d’ispirazione al maillot jaune del leader del Tour de France. Indossarla significava dunque essere il primo e la vittoria dava diritto ad ottenerla per sempre. Negli anni è stata conquistata dai più grandi campioni dello sci alpino come gli austriaci Karl Schranz e Tony Sailer e gli azzurri Paride Milianti e Bruno Alberti.

 

 

®Riproduzione riservata